17/03/09

la politica ai tempi di facebook




per voi mi sono infilato in un mondo lontanissimo dal mio modo di essere e di vivere: sono diventato amico di facebook di sandra mastella, di carmine nardone e di erminia mazzoni (ormai "amico di facebook" è un neologismo e credo significhi siamo amici, ma non ci concosciamo manco pe niente!). perchè l'ho fatto?
bah! credo per curiosità... e per capire.
partiamo da sandra...
ho notato come prima cosa che su facebook non si discute, non si dibatte, ma principalmente si manifesta affetto per la Politica (la Politica è la signora Sandra, ovviamente). ho visto una tribù di sinceri sostenitori che danno la esatta misura di una partecipazione alla vita pubblica che usa il bon-ton e l'affabilità che molto più del contenuto e della dialettica, almeno nel contatto con la massa di elettori e sul modo di gestire il rapporto con loro. ed ecco che la nostra supereroina, con scientifica regolarità non fa altro che ricordare ogni giorno quanto lavori per i suoi adoranti sostenitori, di quante cose si occupi correndo su e giù per la campania, tra una nottata in consiglio e una riunione coi capigruppo. non manca mai di lasciare un pensiero, una parola, un commentino, un augurio fatto col cuore! (ma sarà poi lei? o c'è un ufficio stampa del kgb? non lo spremmo mai). è una tecnica di comunicazione efficace, inossidabile e profondamente umana, che vive anche di grossolane imprecisioni o di superficiali autoreferenzialità... ma tutto ciò rende la Politica (sempre la signora Sandra) più simile a noi, più vicina alla gente, alla sua gente. non c'è un parola sui programmi politici, sulle ideologie, sulle strategie... creano distanza dal cuore. c'è una donna che si fa in quattro per i suoi affettuosi amici (ooh! che beellooo!!!).
per puro spirito scientifico-sperimentale ho inserito un commento polemico tra le sperticate quanto eccessive lodi.
sono finito stritolato tra difensori della regina, disponibilità al dialogo e battute affettuose di lei: risultato è stato che sembravo l'antipatico lamentoso di turno, perdente, quindi, in ogni caso un reietto, e senza cuore soprattutto.

altri politici, come carmine nardone, hanno capito molto meno come sfruttare il mezzo, egli è molto meno dinamico nell'aggiornare facebook e la conseguenza è che sono giorni che esprimere il suo amore per la fisarmonica del maestro gallo, e così a prima vista sembra di partecipare alla vita di un pensionato che ascolta la mazurca, anche se sicuramente non è così.
Erminia Mazzoni invece addirittura sembra passata a miglior vita... non scrive praticamente nulla...
altri non ci sono proprio.

il mio viaggio è finito, per ora. penso di aver capito molto, e spero che chi leggerà questo post capisca che è importante sapere come funzionano le cose.
ad altri lascio il compito di escogitare modi per evitare che il consenso elettorale sia fondato su tecniche di comunicazione, io da parte mia credo di contribuire a ricercare la verità.
e verità e potere non coincidono mai.

baci!
clicca qui per un post a sorpresa!

4 commenti:

Lorenzo ha detto...

puoi parlare quanto vuoi...sarai sempre un monellino!

isabella ha detto...

ma cu chi ta fai?? ;-)

francesca ha detto...

come agente 007...sei un portento!ma comincio a sospettare che per questo motivo ti sei mozzato la testa...nascondere il volto..una mission lungimirante!

francesca ha detto...

come agente 007...sei un portento!ma comincio a sospettare che per questo motivo ti sei mozzato la testa...nascondere il volto..una mission lungimirante!