19/10/09

Nel beneventano si ammazzano il sabato...

Si...in fondo lo sapevi caro Giuliano..lo sapevi eccome...dall'ospedale potevano chiamarti in autunno...lo avevi detto tu, dopo la visita: ti aspettava un'operazione alle corde vocali per rimuovere un polipo, abitante abusivo della tua gola, grazie alla tua esemplare gestione della voce nell'ultimo decennio.
Il Dottore ti disse: "Va bene ad Agosto?" e tu ti sei fatto attaccare i mali pensando ad una degenza con 40 gradi all'ombra.
Quando ti arrivò la comunicazione dall'ospedale eri alla "chiazza" di S.Donato e consideravi l'entità delle infiltrazioni d'acqua nella casa di tua nonna. Una settimana dopo arrivò il Premier...di conseguenza l'operazione ci poteva stare..
Mattina presto, freddo invernale, accettazione del ricovero, stanza 602: con te un pensionato di Pompei che diceva di essere di Bombay...ma solo dopo hai capito che intendeva dire Pompei...poi un simpatico 75enne di Guardia dei Lombardi, provincia di Auillinu, emirgrato da 42 anni a Basilea. Due simpatiche canaglie più te...davvero una stanzetta niente male in attesa di farsi estrapolare polipi e robe varie dalle corde vocali. Dalle 8 alle 13 non capitò nulla ma hai scoperto che il 75enne in Svizzera ne ha combinate di cotte e di crude: un Casanova degli anni 60 ora ridotto a lottare in campagna contro il vento e la neve in un paese a 1000metri s.l.m. Ti sembrava di sentire i vecchi di San Donato, metodici, petulanti ma allo stesso tempo soprendenti. Il pompeiano invece sapeva il fatto suo e, mentre osservava la collinetta del quartiere Pacevecchia, esclamava sicuro: "Certo che Benevient proprio nu bell paesell...ordinato..pulito...poca munnezz...ma qua fa assai neve eh?". Mi fanno morire i napulegni...perchè non seguono i luoghi comuni...sono un luogo comune!
Verso le 13, mentre il tuo stomaco ti comincia a maledire, ecco che arriva la "chiamata": nessuna barella a portarti, come succede nelle fiction di Rai 2, scendi tu con l'ascensore e ti ficchi in sala anestesia: ti sdrai, scegli la cuffia più indie tra quattro cinque modelli, ti togli bracciali, anelli e collane e aspetti la "purpetta" di morfina: primo buco....non va bene, vena mancata...secondo buco, stesso problema...cambiamo braccio? ok....zac! no, nemmeno è andata...quarto buco, cominci ad innervosirti..acqua pure qua! quinto buco...sei una pila elettrica...non è possibile..mancato ancora! ti incazzi ma poi il sesto buco è quello giusto: entri in sala operatoria con il braccio destro ridotto un colabrodo..hai i capelli lunghi, la barba incolta e sembri un fattone..sei nervoso e l'anestetico non ne vuol sapere...poi all'improvviso eccolo che arriva ma hai la forza di dire al chirurgo: "Compagno! Buon lavoro...vag a ddorm!". (solo a fine operazione ti diranno che hanno riso due minuti per il tuo sussulto d'orgoglio rivoluzionario).
Al risveglio pare che t'hanno menato: dolenzia a pressione e da qualche parte senti Gianna Nannini cantare "Non te ne andareeeee...prima che faccia maleeee"...pensi "O Gesù!"...poi senti la voce di Marione La Monaca dire..."Gianna Nannini in concerto al Palatedeschi"..."Cazzo è lo spot! Ui maronn..."

Ti riportano su...le infermiere prendono tutti gli spigoli con la barella...eccoti nella 602, mentre le due simpatiche canaglie ti pareano addosso.
La serata in ospedale passa traumatica con l'effetto anestetico ed il 75enne che ti vuole sfidare a tresette...s'è portato le carte dal paese!
Perdi la coppa Afona di Tresette ma guadagni un'uscita anticipata scampandoti la nottata lì.
La degenza a casa è bellissima: tutti ti comprendono, non sei un peso, ti assecondano, sembra essere tornati bimbi delle elementari quando ti faceva male la pancia e non andavi a scuola dalle suore (in beneventano Cap e pezz).

Ora che tutto è finito e domani metterai la testa fuori da S.Donato avrai una voce nuova di zecca e aspetterai il sabato per ammazzarti visto che stavolta hai saltato un turno.

Stare in casa è qualcosa di...di spettacolaaaareeee! (Bugo - Casalingo)
clicca qui per un post a sorpresa!

4 commenti:

Lorenzo ha detto...

Subire l'anestetico da compagno... ahahahahahah!!! Meravilgioso...

isabella ha detto...

massima solidarietà per interventi al cavo orale e splendida in-degenza.
a Bye Bye Pompei non avevamo mai pensato...
e comunque Bugo e Marione La Monaca sono la stessa persona.

ps: ma ora parli come farinelli?
copriti, nun piglià fridd e mittit a sciarp!

Claudia ha detto...

sei grandeeee

3x7 Strega a Fette ha detto...

Avevo già letto altro da te scritto ma avevo commentato con un azz!
Poi dopo i miei:"toc toc c'è permesso" e "domenica mattina al triggio", ho preso dimestichezza con il blog e te lo posso dire alla beneventana manera:

"kell k'è scritt' mè piaciut' assaje!"