25/11/09

Il salotto dell'ippocampo

amici,
voi mi invitate a nozze, faccio incubi ogni notte da sempre, ormai vivo ufficalmente una doppia vita e non importa quanto possa essere serena o travagliata la mia vita in stato "vigile", quella onirica è sempre super tormentata.
Potrei potenzialmente diventare la vostra più affezionata scrittrice di sogni terribili e/o assurdi, ma questo dipende anche da quanto sarete spietati o gentili nel vostro commento e nella vstra interpretazione... insomma, x favore, nn uccidetemi con diagnosi terribili!!! ahahahahah l'ultimo sogno è di stanotte, purtroppo o per fortuna ho ricordi sfumati, ma la cosa ke più mi ha colpito del sogno era che l'oggetto protagonista fosse un grande pesce rosso nella classica palla di vetro. Avevo la continua percezione ke stesse x cadermi o saltar fuori dalla palla e infatti qsta cosa mi succede 2 volte, la prima volta ke cade a terra lo guardo aspettandomi il calssico dimenarsi del pesce rosso fuori dall'acqua ke mi renderà difficile il recupero...invece resta fermo si muove appena, mi è comunque difficile riprenderlo xkè è scivoloso e mi fa anke un pò skifo, cmq riesco a rimetterlo a posto. La seconda volta invece nel cadere sul pavimento fa un tonfo e io ho paura ke sia morto allora gli kiedo di muoversi e lui apre le pinne, quando però vado a recuperarlo, prendendolo x la coda perchè il corpo è troppo viscido, mi resta la coda in mano... il pesce è ovviamente morto e diviso in 2... grrrrrr terribile!!!!la sensazione è stata di ansia e impotenza, un sogno super macabro...soprattutto se poi il giorno dopo è venerdi è ti trovi una grossa orata nel piatto!!!ahahahahaha
confido nella vostra bontà e saggezza
a presto

lettera firmata

**************************************************************************************************


Nud' è lu pèsce; nude chi le pìjje; nude chi le vènne; vestùte chi le màgne.
(Nudo è il pesce; nudo è chi lo prende; nudo è chi lo vende; vestito è chi lo mangia)

Carissima sognatrice,
benvenuta nel nostro salotto!
Il tuo ippocampo sogna libertà, evasione, emozioni nuove ed originali. Lasciati andare!!
Il pesce rosso, vero protagonista del tuo sogno, simboleggia la sfera sessuale e le pulsioni legate al mondo dell'intimità. Eppure il tuo sogno appare a tratti disgustoso; descrivi più volte il povero pesciolino come un essere viscido verso cui provare ribrezzo.
Il tuo viaggio onirico si apre con un senso di ansia e di paura che si innesca alla sola vista del pesce rosso ( che evidentemente deve incuterti molto timore) :"Avevo la continua percezione ke stesse x cadermi o saltar fuori dalla palla".
In verità ti terrorizza il fatto che le tue sfrenate(?) pulsioni intime possano destabilizzare la tua vita, i tuoi rapporti, le tue abitudini consolidate.
Non temere il giudizio delle persone vicine. Apri la tua mente alle proposte audaci che qualcuno ti ha fatto, o che magari vorresti fare...
Nel sogno provi per ben due volte a riportare il viscido pesce rosso... e te stessa nell'ovattata boccia di vetro; la prima volta ci riesci, ma ti costa moltissimo: "è comunque difficile riprenderlo xkè è scivoloso e mi fa anke un pò skifo".La seconda volta, invece, vai incontro a un fallimento; il tuo tentativo di riportare il pesce rosso nella palla di vetro non va a buon fine e ti ritrovi, addirittura, con la coda del pesce in mano.
Hai stretto e strozzato così tanto il tuo pesce rosso ( leggi le tue vere e naturali emozioni) da riuscire a renderlo inattivo ( ti ritrovi la sua coda in mano e dimmi tu come fa un pesce a muoversi senza la coda??)
Forse non dovresti cecare di cambiare la tua natura, cara amica! Anche il D'Annunzio era avezzo a certi particolari piaceri. Forse hai scoperto solo ora questo tuo lato trasgressivo, ma perchè vuoi eliminare un aspetto tanto singolare della tua intimità?
Attenta!! Nel tuo sogno tu uccidi il pesce rosso; ma non era di certo quello che volevi. Il tuo sogno si conclude con una vera e propria paralisi perchè, da una parte, non sei riuscita a riportate il tuo "Io" nel suo ambiente abituale, conosciuto, protetto ma troppo stretto oramai; d'altra parte, non sei nemmeno riuscita a lasciare libero il tuo pesce rosso interiore perchè l'hai ucciso con i tuoi sensi di colpa e le tue frustrazioni.
Lascia che la tua sessualità sia libera di esplorare finalmente quei territori sconosciuti che per troppo tempo hai messo da parte.
Anche un frustino può renderci felici!


Palò&Colò ti assegnano un compito per la settimana: dovrai andare in un ristorante cinese (luoghi solitamente e inspiegabilmente sempre provvisti di acquari pieni zeppi di pesci rossi) e fare, proprio sotto gli occhi di quei piccoli esserini acquatici, la cosa più strana e insolita che riesci a concepire. Buona fortuna!
.

.

.









**Questo sogno ti ha fatto accumulare ben 7 punti Sognatusognadipiù. Vi ricordiamo che Sognatusognadipiù è il fantastico concorso che premia la tua fedeltà onirica: PIU' SOGNI PIU' GUADAGNI!
clicca qui per un post a sorpresa!

6 commenti:

Lorenzo ha detto...

Potrei gridare al capolavoro.

PS - certo cara sognatrice, anche lei, in materia di sogni andare a parlare di pesci...

piergiorgio ha detto...

dice il saggio:
"chi dorme non piglia pesci"

3x7 Strega a Fette ha detto...

E se il sogno rivelasse invece il tentativo di definizione della sua identità femminile per quanto riguarda la relazione con l’altro sesso, all’idea di legarsi stabilmente ad un ragazzo (pesce rosso: il rosso simboleggia conflittualità ed il pesce è lei). Forse questa idea le mette ansia in quanto teme di essere possessiva, asfissiante, o di subire tale angustiosa condizione(palla di vetro dalla quale si sente intrappolata e dalla quale salta fuori con un guizzo disperato). Nel primo tentativo però realizza che se sceglie una relazione aperta, amicale, da gruppo di amici da vasca, acquario o mare, potrebbe diminuire il legame fra lei ed il ragazzo e ne morirebbe. Non è pronta così si lascia rimettere dentro la palla. Poi però prevarica la voglia di libertà e rischia tutto, fino all’annullamento del sentimento affettivo (il pesce che perde la coda e muore). Ecco dunque il dilemma: relazione forte o tenue, clima di gruppo o legame esclusivo, a due? Sembra che, sia combattuta dal vivere relazioni più superficiali o più profonde e stabili nel tempo. Ma dove sta la vera morte?nella palla di vetro o fuori?(controllo, scelta definita).Che ne dite? E'un interpretazione possibile?Perchè mai le scelte poi devono essere definite?

Lorenzo ha detto...

Ylenia hai proprio il dono della sintesi... :)

3x7 Strega a Fette ha detto...

Caro Lorenzo ci hai visto giusto!
Io sto alle capacità sintetiche come l'olio sta all'acqua.
Mi lasci pensare che la mia difficoltà di marginare i miei commenti ti abbia colpito più del contenuto degli stessi...il che non è un bel complimento :->
Comunque sia non ho nessuna voglia di contenermi......
;-)

isabella ha detto...

ad ogni modo l'interpretazione non è mai univoca. anche quella di ilenia è interessante. solo il pesce rosso ci puo' dire quale delle due sia piu' calzante.
oppure, se preferisce, rimanere muto come un pesce.