17/09/11

God Save Dekaros - 34

Hola amigos! Esta volta eccovi le foto di due posti vicino Madrid che ho visitato: Avila e El Escorial. Mi ha portato un caro amico madrileno, Manuel, ex collega di quando lavoravo a Varsavia. Per la cronaca e' anche l'ex della amica polacca Magda (vedi puntata precedente) ma non stanno piu' assieme e qui a Madrid non si sono nemmeno visti, benche' di tanto in tanto qualche domandina buttata li' per caso e' scappata a entrambi. Ma ora Manuel e' partito per la Thailandia e Magda e' tornata in Polonia.
Fra l'altro Manuel ha concluso da poco un lavoro stupendo: su una crociera caraibica per 6 mesi a fare video ai turisti! Mare, isolette sperdute, spesso New York da dove partivano. E mi ha confidato che sono stato proprio io con i miei viaggi ad averlo ispirato a cercare un lavoro del genere, poi dite che non ho un'influenza positiva sui giovani. Ora e' in Thailandia giusto per vacanza, dice che vuole raggiungere tutti i posti dove sono stato, ma non sara' facile perche' nel frattempo non me ne staro' certo con le mani in mano a farmi rosicchiare una nazione dopo l'altra.



Ecco appunto Manuel sotto le mura perfettamente conservate che circondano Avila.



Una delle entrate.



E' patrimonio mondiale dell'umanita', proprio come la nostra amata Benevento (AV).



Mezzogiorno di fuoco.



Un trenino turistico vaga sotto il sole cocente.



Ha moltissime chiese ed e' nota anche per essere il luogo dove ha vissuto tale Santa Teresa, vera e propria eroina del posto con il suo nome che sbuca un po' ovunque su alcolici, statuette, ristoranti ecc... ecc.. fa riflettere pero' sapere che durante la sua permanenza ad Avila questa povera Teresa fu disprezzata e vessata fino al punto che fu costretta ad andarsene via per sempre e sul ponte si fermo', si tolse le scarpe e le sbatte' perche' non voleva portarsi dietro nemmeno la polvere di quella ingrata citta'. Ora invece tutti li' la rivendicano e "ricordano" con straordinario affetto e quindi chissa', magari un giorno anche San Dekaro verra' riabilitato dalla sua piccola cittadina in provincia di Avellinu e ricordato come amato e apprezzato da tutti... ma la verita' e' stata ben diversa, purtroppo. Ma non fa nulla, vi perdono.



L'altro posto visitato e' El Escorial, col suo grande monastero fatto costruire da Filippo II, figlio di Carlo V (quello di "sul mio impero non tramonta mai il sole") durante la seconda meta' del 1500.



Comprende varie aree, era un luogo di preghiera, riposo, svago, cultura, arte.



La facciata principale.



La chiesa



Interno della chiesa.



Una cupola affrescata. Camminando nel complesso, ci si imbatte in dipinti e affreschi dei piu' grandi pittori del tempo.



Tombe di bambini aristocratici. Purtroppo mi e' stato vietato di scattare foto dentro il Panteon dei re, una sorta di cripta sotterranea tutta in marmo con le bare dei regnanti spagnoli degli ultimi 5 secoli.



La spettacolare biblioteca.



Tardo pomeriggio.


Infine, un link a un servizio televisivo girato dove lavoro adesso. Purtroppo non posso fare io stesso foto o video all'interno del bizzarro mondo del testing di videogiochi, come mi e' stato richiesto varie volte, perche' e' rigorosamente proibito. Cioe' ci sono vari divieti di cui nessuno se ne frega, tipo non usare il cellulare, non fare tardi ecc... ma sul non fare foto sono molto sensibili e ricordo che poco prima del mio arrivo alla 2K a Windsor un tester tedesco era stato licenziato in tronco per aver messo un piccolo video girato all'interno dell'ufficio nel suo blog!
Andate quindi al minuto 56.40 per entrare nella EA di Madrid:
Video EA Madrid

Este trabajo es un chollo! - de puta madre.
clicca qui per un post a sorpresa!

1 commento:

Zibuletti ha detto...

visto l'approssimarsi dei 40 è tempo di testare tinture per capelli!